Privacy, Italia ultima in Europa nel riconoscimento facciale, Garante poco “attivo”

Comparitech è un sito che recensisce tecnologie e servizi It nel campo della sicurezza informatica. In uno studio pubblicato qui ha preso in esame le leggi in fatto di privacy di 47 Paesi del mondo per valutare quale il grado di protezione garantita ai cittadini. I risultati hanno fatto piuttosto discutere, non solo per l’anomalia italiana ma per il giudizio che ne deriva per l’Europa nel suo complesso.
Andiamo in ordine, secondo la classifica presentata ne veniamo fuori piuttosto male. Siamo nella top 20 per richieste di censura da parte del Governo, ultimi nella protezione da tecnologie di sorveglianza di massa (dati biometrici, ) e siamo scarsamente attivi quanto ad attività del Garante della privacy. In più i tempi del trattamento dei dati telefonici (sei anni) sono più alti della media.  Complessivamente se ci limitamo all’Europa peggio di noi fanno solo Ungheria e Slovenia. Il che non è il massimo.Leggi tutto…